venerdì 4 luglio 2014

50 sfumature di riso

Questo risotto che vi propongo è una mia creazione, frutto della mia fantasia e inventiva.
Perchè 50 sfumature di riso? Beh...dovevo pur dargli un nome e dal momento in cui ci sono diverse sfumature di colore ho pensato di chiamarlo così!!

50 sfumature di riso


Ingredienti per 4 persone

Per il risotto:
400 gr di riso carnaroli
1 lt. di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco
nero di seppia
50 gr. di burro
un po' di cipolla tritata
mezzo spicchio di aglio tritato
zenzero

Per il pesto di spinaci:
500 gr. di spinaci 
mezzo spicchio d'aglio
sale q.b.
olio e.v.o  q.b.

Besciamella:
20 gr di burro
1 cucchiaio di farina
250 cl di latte
sale q.b.
pepe q.b.
una grattata di noce moscata

Per i gamberi:
5 gamberi a persona (o code di gamberi)
un cucchiaio abbondante di pepe rosa in salamoia
un bicchierino di cognac
olio q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Procedimento:
Mondate e lavate gli spinaci e lasciateli scolare bene. 
Mettete da parte qualche foglia per la decorazione del piatto che taglierete a julienne e versate il resto nel bicchiere del mixer con una presa di sale, mezzo spicchio di aglio e olio e.v.o a filo.
Frullate fino a che il composto diventa una crema omogenea.

Preparate una classica besciamella e quando è tiepida versatene qualche cucchiaiata nel pesto di spinaci.

In una padella versate un po' di olio e.v.o e un po' di cipolla tritata e fate appassire a fuoco dolce.
Unite i gamberi, alzate la fiamma e fate rosolare fino a che diventano rossi, salate, pepate e sfumate con il cognac aggiungendo il pepe rosa.

Adesso andiamo alla preparazione del risotto:
In una casseruola mettete 50 gr di burro, un po' di cipolla tritata, mezzo spicchio di aglio tritato e fate appassire a fuoco dolce.
Unite il riso, alzate un po' la fiamma e fate rosolare per 1 minuto, quindi sfumate con il vino bianco. 
Continuate la cottura aggiungendo il brodo vegetale un mestolo alla volta.
A metà cottura aggiungete il nero di seppia e quasi a fine cottura una grattugiata di zenzero fresco (in alternativa va bene anche quello secco in polvere).
Lo zenzero darà una nota di freschezza agrumata molto piacevole.

Ora andiamo ad impiattare: sul fondo del piatto versate 2 cucchiaiate di pesto di spinaci, al centro mettete il risotto cercando di creare un piccolo foro al centro nel quale inserire i gamberi e sopra la salsina che li accompagna compreso il pepe rosa in grani.
Prima di inserire i gamberi spargete la julienne di spinaci.
Il piatto è pronto...non vi resta che gustarlo accompagnato con un buon vino bianco fermo e ben freddo!!



lunedì 19 maggio 2014

Torta di mele

Dall'Agenda delle ricette di mia mamma

Ingredienti:
135 gr di zucchero
135 gr di farina
100 gr di burro
300 gr di mele renette (già pulite)
2 uova
buccia di mezzo limone grattugiata o una bustina di vanillina
8 gr di cremore
4 gr di bicarbonato
(cremore e bicarbonato si fanno preparare in farmacia)

Procedimento:
Sbattete le uova con lo zucchero e il burro a pomata, unite la farina e poi la dose di cremore e bicarbonato.
Versate il composto in una teglia imburrata e infarinata o foderata con carta forno bagnata e strizzata.
Mettete le mele a fettine infilate di taglio e a raggiera.
Cuocete in forno a 170° per circa un'ora.
Fate freddare e spolverate con zucchero a velo.

N.b.: se non volete usare la dose presa in farmacia potete usare mezza bustina di lievito per dolci.

Per la torta che vedete in foto ho raddoppiato le dosi

Risotto alle fragole


Ingredienti per 4 persone:
400 gr di riso Carnaroli
1/2 cipolla bianca
60 gr di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale q.b.
parmigiano grattugiato q.b.
sale e pepe q.b.
500 gr di fragole

Procedimento:
Lavate le fragole e tagliatele a pezzi non troppo grandi avendo l'accortezza di lasciarne una o due intere per ogni piatto.
Mettete le fragole tagliate in un contenitore con un po' di vino bianco per farle macerare e lasciatele così per una mezz'ora.
In una casseruola mettete ad appassire la cipolla tritata con il burro, unite il riso e fate tostare per 1 minuto quindi sfumate con il mezzo bicchiere di vino.
Continuate la cottura versando un mestolo di brodo vegetale alla volta.
Nel frattempo mettete una piccola noce di burro in un padellino che possa contenere le fragole, fatelo sciogliere quindi unite le fragole con tutto il vino di macerazione, alzare la fiamma e fate evaporare. Le fragole devono risultare morbide ma non si devono disfare.
Versate la salsina che si è formata nella casseruola dove sta cuocendo il riso e continuate la cottura, a 2 minuti dalla fine aggiungete le fragole.
Una volta cotto il riso procedete alla mantecatura aggiungendo piccoli fiocchetti di burro e parmigiano grattugiato, coprite e lasciate riposare per circa 1 minuto, quindi mescolate bene per amalgamare il tutto.
Impiattate, aggiungete un po' di parmigiano e una generosa spolverata di pepe nero, guarnite il piatto con le fragole lasciate intere e servite.

martedì 13 maggio 2014

Risotto al limone



Ingredienti:
400 gr di riso Carnaroli
1\2 cipolla bianca
60 gr di burro
1\2 bicchiere di vino bianco
40 gr di grana grattugiato
1 limoni giallo  non trattato
sale
pepe nero

Per il brodo vegetale: 1 litro e mezzo d'acqua, sedano, carota, cipolla, patata

Preparare il brodo vegetale lessando per 30 minuti a fuoco vivo in un pentolino semicoperto la patata sbucciata e tagliata in due, la carota sbucciata e intera, la cipolla a pezzi, il gambo di sedano con l'acqua.

Filtrare il brodo, salarlo e tenerlo da parte al caldo.
Ricavare scorza grattugiata e succo spremuto e filtrato rispettando rigidamente le dosi che ho indicato, onde evitare di avere un risotto in cui il sapore del limone non risulta delicato e gradevole come dev'essere, ma forte e aspro.
Tritare finemente la cipolla e farla appassire a fuoco lento con 40 gr di burro (se prepariamo 400 gr di riso.

Unire il riso e tostarlo 2 minuti mescolando a fuoco vivo.

Bagnare con il vino bianco e fare evaporare.

Cuocere il riso per 10 minuti, unendo man mano mestoli di brodo per mantenere la giusta umidità.

Unire la scorza di limone grattuggiata e ultimare la cottura.
Aggiungere il succo di limone, mescolare bene, quindi unire qualche fiocchetto di burro e una spolverata di parmigiano.
Coprire e a fuoco spento lasciar riposare per un minuto, togliere il coperchio, mescolare per mantecare e impiattare.

mercoledì 7 maggio 2014

Benvenuti su Fragole e Pepe

Eccomi qui a parlare di cucina e a rendervi partecipi di quanto grande sia per me questa passione...passione che nasce negli anni della giovinezza e che via via mi ha portato a scoprire ricette della tradizione italiana...ma anche internazionale.
Una cura particolare sarà dedicata ad alcuni piatti della cucina Venezuelana essendo io nata e vissuta in Venezuela...una terra ricca e meravigliosa con una natura rigogliosa e generosa.
Gran parte delle ricette che trovate in questo blog fanno parte dell'agenda di ricette di mia mamma...altre sono rielaborazioni personali di piatti provati nei vari ristoranti della mia città e delle città che ho visitato nei miei viaggi...altre ancora sono frutto della mia fantasia.

Nell'augurarvi buona navigazione vi invito a cliccare sulle varie pagine, nelle quali troverete tutte le ricette ben ordinate a seconda che siano antipasti piuttosto che primi o dolci ecc..

Se ne avete voglia sarà per me un piacere leggere i vostri commenti, consigli ma anche richieste.
Di nuovo benvenuti su Fragole e Pepe!!

Fagottini alle mele

Fagottini alle mele

Prendete una confezione di pasta sfoglia già stesa, da 2 rotoli, possibilmente quadrati.
Divideteli in 9 parti.
Prendete un pentolino e mettere dentro una mela e mezza renetta a tocchetti, 2 cucchiai di zucchero, il succo di mezzo limone, una generosa spolverata di cannella, una manciata di uva passa lasciata rinvenire in acqua tiepida, e mezza bustina di pinoli.
Aggiungete qualche cucchiaio di acqua e fate cuocere fino a che le mele non diventano morbide ma non troppo.
Lasciate freddare quindi versate un bel cucchiaio di questo composto in ognuno dei quadrati di pasta sfoglia, chiudete a sacchetto e infornate a 160° fino a che non diventano belli dorati.
Una volta cotti spolverizzate lo zucchero a velo e servite.

Arista di maiale all'ananas

Arista di maiale all'ananas


Prendete un pezzo di arista da circa 1 kg e 1 barattolo di ananas sciroppato.
Legatela con spago da cucina o fatevela mettere nella rete dal vostro macellaio.
Prendete una teglia da forno, versate un filo d'olio.
Salate e pepate l'arista e mettetela nella teglia, quindi in forno preriscaldato al 180° e lasciate cuocere per 1 ora, 1 ora e mezza, girandola di tanto in tanto e bagnandola con vino bianco.
A metà cottura unire lo sciroppo dell'ananas.
A fine cottura affettare l'arista e tenetela da parte.
Dividete a metà le fette di ananas e fate scaldare nel fondo di cottura dell'arista, sul fornello.
A questo punto preparate il piatto da portata alternando una fetta di arista ad una mezza fetta di ananas, ed infine versare sopra la salsina.